Sesso e tabù: parlare apertamente di sesso è un’esclusiva dei single?

Sex[TRACK #57: Cher, Take it like a man]

Se c’è una cosa che venticinque anni di Beautiful dovrebbero insegnare è che dalla vita c’è da aspettarsi di tutto: che Brooke Logan e Stephanie Forrester tornino a far comunella dopo più di 6.700 puntate di terribili ripicche; che a uno dei produttori della serie venga in mente di intitolare la colonna sonora della soap “Music of Passion and Romance” (seppure di passione e di romanticismo se ne sia visto ben poco in tutta la serie); che a Los Angeles torni l’estate dopo appena due episodi girati in inverno, e così via… Per cui, se davvero nulla è da escludere nella finzione, perché nella realtà dovremmo escludere categoricamente che a un sex blogger in prepensionamento creativo come me torni improvvisamente la voglia di scrivere e, soprattutto, di scrivere di sesso come una volta?

Strana cosa, i ritorni.

C’è chi sostiene che non vi sia nulla di interessante in un ritorno (vedi alla voce “minestra riscaldata”), che nella vita tutto debba scorrere seguendo un’unica direzione, ovvero secondo un ordine progressivo e senza il beneficio dell’inversione a U. Eppure, alzi la mano chi non ha comprato una copia de “La strada dei ricordi” per sapere se alla fine il Robert de “I ponti di Madison County” abbia effettivamente ripreso la via della scapolaggine o se sia tornato indietro per caricare sul suo pick-up sgangherato la sfrangiata Francesca dall’insoffribile accento meridionale.

C’è poi chi del ritorno all’ovile ne ha fatto una vera e propria impresa di famiglia. Basti pensare ai continui ritorni di fiamma della coppia Jennifer Lopez/Marc Anthony, che dopo un lungo tira e molla, una manciata di duetti calienti e vari flirt consumati qua e là nei letti di mezza America, sono approdati nel 2004 a un inaspettato “Sì, lo voglio”. Che nel 2011 abbiamo poi divorziato poco conta: gli inguaribili romantici come chi vi scrive badano soltanto al classico “E vissero felici e contenti” e girano pagina ogni volta che incappano in un articolo sui tabloid circa le loro più recenti battaglie legali.

In altri termini, a nessuno importa sapere se la Cenerentola di turno sia rimasta o meno sposata col principe dopo che è comparsa la scritta “The end”. Con tutta la testardaggine di cui siamo capaci, vogliamo piuttosto continuare a immaginarli felici e contenti, per l’appunto, e non seduti nello studio di un avvocato divorzista.

Ciò nonostante, a volte la curiosità è più forte di ogni altra cosa ed eccoci dunque seduti davanti al pc, colti in piena notte da un irrefrenabile attacco di gossip a googlare “Divorzio Anthony/Lopez” o, peggio ancora, “Che fine hanno fatto Cenerentola e il principe consorte”.

Venendo a noi.

Molti di voi si staranno chiedendo per quale ragione dopo oltre un anno di inattività questo blog dovrebbe ora inaspettatamente riaccendere i motori e riavviarsi sulla già percorsa strada della chiacchiera piccante. A tal riguardo, lasciatemi rispondere con tutta sincerità: perché non sono ancora stato rapito da una banda di mormoni dell’Utah e, soprattutto, perché ho ancora qualcosa da dire sul sesso.

E poi…

Se Cher può permettersi il lusso di tornare in classifica con un album dance dopo un decennio di assenza dalle scene e due o tre interventi all’anca e la Carrà può permettersi di pubblicare un disco un po’ house, un po’ trash e un po’ imbarazzante a distanza di oltre trent’anni da un qualche suo successo degno di nota, per quale ragione io non dovrei tornare a scrivere di sesso dopo un anno di trascurabile silenzio stampa?

Non sarò Cher e non sarò Raffaella, ma anch’io ho qualcosa di nuovo da dire e dunque… Dove eravamo rimasti?

Per chi tra gli appassionati di questo blog ha seguito con interesse la mia privata epopea con D. sappia che, pur dopo tutte le burrasche che la nostra crociera sentimentale ha conosciuto, la nave D. non ha  affatto lasciato il mio porto: ora conviviamo! E nonostante molti dei miei detrattori si divertano a immaginarmi schiavo del forno ventilato e del mixer a due velocità, non mi sono affatto trasformato nella brutta copia barbuta di Bree Van de Kamp di “Desperate Housewives”.

In altri termini, sono in formissima e, come dicono a Roma, ancora je l’ammollo.

Ora, parlando di ritorni, ecco che, proprio come una volta, torna il motivo dell’assillante dilemma che tormenta la mia povera testolina di sex blogger redento.

sex-1340802708Qualche giorno fa mi è capitato di pranzare con un’amica che non vedevo dai tempi del liceo e che, per amore della poca riservatezza che mi è rimasta, di qui in avanti chiameremo convenzionalmente Jenny (ma vi assicuro che non è il diminutivo di Gennaro).

Per farla breve, la giovane Jenny che non vedevo da anni e che una volta era la compagna ideale di tante serate di rimorchio sfrenato e di confessioni bollenti, prima ancora di dare uno sguardo al menu ci ha tenuto a chiarire che adesso le cose sono un tantino cambiate rispetto ad allora. In altre parole, Jenny adesso fa coppia fissa, non cambia più accompagnatore da un weekend all’altro e, soprattutto, nel rispetto del proprio compagno adorato, ora non si concede più determinate confessioni… Almeno questo ho intuito poiché, seppur non abbia esplicitamente fatto riferimento a quest’ultimo tabù, durate tutto il pranzo Jenny non ha parlato d’altro che dei vantaggi della convivenza. E dopo aver pazientemente ascoltato come lei e il suo compagno si spartiscano sapientemente i compiti in casa e come regolino con diligenza le loro economie domestiche, quando le ho finalmente chiesto “E al letto come vanno le cose?” Jenny ha semplicemente risposto con un vago “Vanno come dovrebbero andare”.

E da qui nasce lo spunto per questo articolo: cosa è avvenuto nella vita di Jenny di così sconvolgente da indurla a trasformarsi nel giro di qualche anno in una perfetta mogliettina che arrossisce di fronte a una domanda impertinente? Che ne è stato della ragazza che non faceva alcun mistero circa le performance sessuali dei propri partner ma che, anzi, ne rideva e se ne beava con le amiche? Che davvero Jenny ritenga adesso sconveniente un argomento del genere, dato che non è più la gattona di una volta bensì si è trasformata in un docile e servizievole persiano da salotto?

Allargando il campo d’analisi da Jenny al mondo intero, a questo punto mi domando:

In una società nella quale tutto o quasi tutto è stato sdoganato, parlare liberamente di sesso è da ritenersi un’esclusiva dei single? In altri termini, una donna sposata, convivente o puramente fidanzata che si lamenta apertamente o si loda con le amiche delle prestazioni sessuali del proprio compagno è da ritenersi sfacciata o, peggio ancora, un’autentica poco di buono?

E se è davvero riprovevole il fatto di non far mistero delle proprie soddisfazioni e/o insoddisfazioni coniugali, cosa dovrebbero fare tutte le povere mogli, conviventi e fidanzate che un destino sciagurato ha voluto accoppiate e scontente? Tapparsi la bocca e patire in silenzio gli amari disincanti del “finché calo del desiderio non vi separi” mentre le altre, le single, continuano a godere del beneficio della lamentela?

Arrivando infine al mio caso specifico, cosa sarebbe meglio fare ora che anch’io ho definitivamente abbandonato il paradiso del sesso promiscuo per entrare nell’orto botanico delle coppie ridenti? Lavarmi la lingua col sapone e giurare sullo Chanel che non pronuncerò ancora la parola “sesso” in presenza d’altri nel rispetto della sacra privacy del mio candido talamo?

Mai e poi mai! Anzi, per non correre il rischio di trasformarmi in un casalingo depresso o peggio ancora represso, sabato sera ho indetto una cena con le coinquiline di un tempo e, seppure stavolta l’arrosto sarò io a sfornarlo e non la solita rosticceria all’angolo, sarà mia premura accompagnarlo con la consueta dose di piselli… surgelati, ovviamente!

😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...