Quanti rospi da ingoiare! Ovvero sesso orale, cattive abitudini e qualche incidente di percorso

811576053e_1388545_med[TRACK #55: Katy Perry, Peacock]

“Fare un pompino è una passione, farlo bene è un’arte” [cit.]

Mesi e mesi fa, in un precedente articolo di Amentefresca intitolato Dalla parte del manico (tra i più letti di questo blog), ho fatto un breve excursus sulla sessualità maschile con l’intento di svelare alle donne, una volta per tutte e in tutta sincerità, come mettere k.o. il proprio partner sotto le lenzuola (o sopra, ad libitum) e, soprattutto, dove e su cosa focalizzare la propria (at)tensione erotica.

Quel che ne è risultato è che in poche cose gli uomini si dimostrano sensibili, e la maggior parte di esse è raccolta nel breve tratto di epidermide che va dall’ombelico allo scroto. Insomma, per farla breve: esattamente come per il toro di quel notissimo detto popolare, gli uomini vanno presi per le palle!

Rimuginando ancora sulla questione della non spiccata sensibilità maschile (in questo caso sessuale), giorni fa mi sono fermato a riflettere sul sesso orale e su tutte quelle – talvolta fastidiose – manie che gravitano attorno al loro pene. La domanda che in questo caso mi sono posto è:

Ma perché gli uomini sono così fissati coi pompini?

E, soprattutto, alle donne il sesso orale piace oppure lo praticano soltanto per far piacere al partner?

Rientrando a casa dopo una giornata di lavoro e con questo punto interrogativo ancora in testa, ho aperto Facebook, chiesto un po’ in giro e raccolto una manciata di pareri femminili a riguardo. Quel che ne è venuto fuori è un pepatissimo mini dossier in cui alcune amiche fidatissime rivelano i particolari delle loro esperienze sul campo.

Il punto della questione è che, senza ombra di dubbio, agli uomini il sesso orale piace… ne vanno pazzi, quasi tutti!

Ma dal punto di vista delle donne, la cosa è altrettanto gradevole?

Partiamo dal principio: praticare il sesso orale non è certamente un dovere. Molte donne ricavano una grande soddisfazione nel donare piacere tramite fellatio, mentre altre lo trovano disgustoso: cattivi odori, scarsa igiene intima, fiato corto… insomma, di questioni spinose ce ne sono eccome.

E poi, diciamoci la verità: fare un pompino e trarne piacere personale è tutta una questione di testa. Il cavo orale, di per sé, non è una zona erogena e dunque, in questi casi, il piacere di chi “si presta” nasce puramente dalla consapevolezza del piacere di “chi riceve”. Per farla breve, il motto di base del pompino è “tu godi, io godo (di conseguenza)”. Me ne dà prova la mia amica M., la quale ci tiene a specificare:

In sé per sé, praticare il sesso orale è un rompimento di palle e di mandibola. Ma in amore tutto cambia, nel senso che io godo proprio quando lo faccio al mio ragazzo. Nelle storielle così, invece, lo faccio solo per non farmi rompere le palle.

Di diverso avviso è invece L., la quale afferma con entusiasmo:

A me piace… e tanto! Non riesco a immaginare come si possa farlo senza provare piacere! Ci sono davvero donne che storcono la bocca per un pompino?

Evidentemente sì!

Me lo conferma S. che, senza peli sulla lingua, mi confessa la sua personale antipatia per tutti quegli uomini che “credono tu abbia il tunnel de l’Alma al posto della bocca”… per capirci, quelli fissati col deep throat, altresì detto “il soffocotto”.

Per quanto riguarda la mia personale esperienza, posso dire che non c’è stata una sola occasione in cui, a un certo punto del rapporto (per la precisione, tra il terzo e il quarto bacio), il lui di turno non mi abbia “gentilmente” invitato a scendere con la bocca. Anche in questo, quanta fantasia: alcuni di loro quanto meno hanno la decenza di domandartelo preventivamente, magari brandendo l’arnese e sussurrandoti nell’orecchio un timido “ti va?”; altri, invece, hanno la – pessima – abitudine di afferrarti per la nuca o per le orecchie e di obbligarti a “mandare giù il rospo”… neanche fossimo la coppa UEFA!

E, in quei casi, che si fa? È meglio accogliere l’invito per non risultare sgarbati o piuttosto glissare con un candido “tesoro, mi spiace, ma non amo il sushi”?

Sostiene a riguardo ancora M.:

Gli uomini sono fissati con lo spingertelo in gola. Una mia amica si è slogata la mascella così facendo… Una volta uscivo con uno: un bel ragazzone, molto gentile ma anche molto focoso. Purtroppo aveva un pene enorme, decisamente sopra la misura accettabile. Praticare il sesso orale era una vera sofferenza e quando, poi, se ne è uscito con il desiderio di fare sesso anale mi sono defilata… mi avrebbe sventrata!

A tal proposito, non posso non rievocare un analogo incidente di percorso accadutomi anni fa quando, di fronte a un membro di egual (sproporzionata) fattura, ho concluso il rapporto con un secco “amore, questo non va proprio da nessuna parte… rimettilo nel fodero!”

Dice R.:

E che dire, invece, di quelle volte che hai il naso tappato per via del raffreddore? Le alternative sono due: o respiri o ingoi!”

E proprio a proposito di “ingoio”… che fare quando lui dimentica di avvertirti in vista dell’inevitabile eiaculazione? In tal proposito, la mia amica S. ha una teoria tutta sua:

Conti fino a tre e poi mandi giù come fosse uno shottino.

Naturalmente, in quei casi, è bene sincerarsi dello stato di salute di chi si ha di fronte.

Tirando le somme: soffocamento, conati di vomito, cattivi odori, otturazioni a rischio, mascelle slogate… quante ne devono sopportare le donne in virtù del piacere degli uomini? E, soprattutto, quel che tutte le donne si domandano è:

Dopo tanta fatica, quando arriva il nostro turno?

In chiusura, va poi riportata l’allarmane notizia diffusa negli States da parte dell’Ohio State University di Columbus: sulla base di recenti studi, sembrerebbe infatti che proprio il sesso orale sia tra le principali cause del cancro alla gola, seconda solo al tabagismo. Ovviamente non vi è conferma a tale teoria.

A detta delle mie amiche, di certo, se fosse vero, saremmo tutte morte di cancro molti, ma molti anni fa… tanto vale, dunque, smettere di fumare e preoccuparsi solo delle rughe sulla bocca.

😉

Annunci

2 thoughts on “Quanti rospi da ingoiare! Ovvero sesso orale, cattive abitudini e qualche incidente di percorso

  1. ahahahah e cmq ora sarai responsabile del fatto che ora non potrò più fare un pompino senza ridere pensando alla coppa UEFA!!!!!

  2. Pingback: FLASHBACK#53 Sesso: Pompini e dintorni. Quanto conta il sesso orale? | iopiuditutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...